GreenLight laser per la cura dell’ipertrofia prostatica benigna: è possibile effettuare l’intervento in Anestesia generale?

DOMANDA

Buongiorno Dottore,

sono in attesa dell’intervento al quale mi devo sottoporre poiché soffro di ipertrofia prostatica benigna che spero venga eseguito con il GreenLight laser.

Nel Frattempo vorrei chiederle se ci sono problemi per le dimensioni del citoscopio in presenza di una Ipospadia e se è possibile effettuare l’intervento in Anestesia generale, avendo in passato sofferto per una spinale con conseguente pressione endocranica e ritenzione acuta. In quella occasione hanno faticato a trovare un catetere adeguato alla uretra, con lacerazioni, prolungata degenza e mia grande sofferenza .

Ringraziandola, porgo distinti Saluti
C.D.

RISPOSTA – PAOLO DESTEFANIS

Buongiorno,

Lo strumento (resettoscopio con operativa laser) per effettuare l’intervento (ma per qualunque intervento prostatico è così) è di calibro elevato.

Se l’uretra è stretta (anche in presenza di quadri di ipospadia) si dilata o si effettua una uretrotomia endoscopica contestualmente. Il catetere dopo l’intervento di regola passa agevolmente perché comunque è di calibro inferiore allo strumento.

L’intervento può essere effettuato in anestesia generale. In ogni caso, prima di qualunque intervento viene effettuata una valutazione anestesiologica per stabilire qual è l’anestesia migliore per il paziente.

Cordiali saluti
Paolo Destefanis
LO SPECIALISTA RISPONDE Le risposte alle domande dei pazienti – LEGGI TUTTO