Buongiorno dottor Ruggera, le scrivo perché ho tre domande sul Green Laser per la cura della prostata che vorrei porle

DOMANDA

Buongiorno dott. Ruggera,

le scrivo perché ho tre domande sul trattamento Green Laser che vorrei porle.

Dove posso eseguire trattamento con Green Laser?

Quali sono i rischi post intervento?

E quali possono essere le eventuali le conseguenze?

Grazie mille e buona giornata
A.M.

RISPOSTA – LORENZO RUGGERA

Gentile Sig. A.M.,

il trattamento di fotovaporizzazione laser della prostata può essere attualmente eseguito in vari centri urologici italiani, sia pubblici che privati e privati convenzionati con il SSN. I più vicini al suo domicilio sono rappresentati, credo, dall’Ospedale di Desio (Dott. Franzoso) o l’Humanitas Gavazzeni a Bergamo (Dott. Greco).

In merito a rischi e conseguenze della procedura, questi sono sostanzialmente gli stessi della classica resezione endoscopica della prostata (TURP): eiaculazione retrograda, disturbi minzionali di tipo irritativo, infezioni delle vie urinarie con febbre, sanguinamento nelle urine (è tuttavia estremamente raro un sanguinamento significativo richiedente trasfusioni o ritrattamenti a scopo coagulativo), restringimenti (stenosi) uretrali e sclerosi cicatriziale del collo vescicale. La necessità di un re-intervento a scopo disostruttivo è rara (meno del 5%), così come molto rara è l’incontinenza urinaria definitiva.

Cordiali saluti,
Lorenzo Ruggera

LO SPECIALISTA RISPONDE Le risposte alle domande dei pazienti – LEGGI TUTTO