Gentilissimo dott. Ruggera, può fornirmi informazioni in merito al Green Laser per disostruzione della prostata?

DOMANDA

Buongiorno dott. Ruggera, 
 
da anni ho problemi di IPB. 
 
Ho fatto due Biopsie (2015 e 2018) entrambe negative. 
Psa medio alto, attualmente sto assumendo Avodart 0,5 mg e Urorec 8 mg. 
 
Desidererei avere informazioni in merito al Green Laser per disostruzione della prostata. 
 
Ho 53 anni, vegetariano, mai fumato.
 
Un cordiale saluto
Flavio

RISPOSTA – LORENZO RUGGERA

Gentile Sig. F.,
la disostruzione della prostata con Green Laser prevede che il tessuto ghiandolare della prostata venga completamente vaporizzato, quindi svanisca sostanzialmente nel nulla, piuttosto che resecato ed asportato come si verifica nella tradizionale resezione endoscopica della prostata – TURP.
Ad ottimi risultati in termini di disostruzione e miglioramento della dinamica minzionale, sovrapponibili a quelli della TURP, il Laser Verde associa degli indubbi vantaggi relativamente a sicurezza intraoperatoria e rischio emorragico, come sottolineato dalle linee guida internazionali. Ne consegue frequentemente anche una cateterizzazione post-operatoria ed una degenza ospedaliera più breve.
Detto ciò, alla luce dei valori elevati di PSA nonostante la terapia in atto con Avodart, l’indicazione al trattamento laser deve essere posta dopo una attenta valutazione dell’andamento storico del suo PSA e delle biopsie prostatiche già eseguite.
Cordiali saluti,
Lorenzo Ruggera
LO SPECIALISTA RISPONDE Le risposte alle domande dei pazienti – LEGGI TUTTO