Soffro di IPB con notevole ingrossamento della prostata sino al triplo del normale

DOMANDA

Buona sera dott. Ruggera.

Da ecografia e da esame istologico da tempo ho scoperto di avere una ipertrofia prostatica benigna con notevole ingrossamento prostatico sino al triplo del normale.

Ho sempre saputo che in tal caso la resezione per via catetere non è risolutiva . Con il laser verde è cambiato qualcosa?

Grazie,
Vincenzo C.

RISPOSTA – LORENZO RUGGERA

Gentile Sig. Vincenzo C.,

da quanto scrive, presuppongo che sia già stato sottoposto ad una biopsia prostatica (per PSA elevato? o esplorazione rettale sospetta?), che ha evidenziato da un lato l’assenza di tumore e dall’altro un’iperplasia prostatica benigna.

Su quali basi o a detta di chi afferma di aver sempre saputo, che in un caso di ingrossamento prostatico che incrementa il volume della prostata fino ad arrivare a tre volte il peso normale, la resezione prostatica non è risolutiva?

In realtà, un volume prostatico dai 50 ai 70 cc (sostanzialmente triplo rispetto al dato normale, che è pari a 20 cc circa) rappresenta la “prostata ideale” per un trattamento di resezione endoscopica della prostata o “TURP”. E, naturalmente, rappresenta un volume prostatico idoneo anche per un trattamento di fotovaporizzazione o vapoenucleazione prostatica con il cosiddetto laser “verde”. Le due tecniche condividono infatti gran parte delle indicazioni terapeutiche.

Cordiali saluti,
Dott. Lorenzo Ruggera

LO SPECIALISTA RISPONDE Le risposte alle domande dei pazienti – LEGGI TUTTO