Prostata moderatamente ingrandita

DOMANDA

Buonasera Dottor Ruggera.

Ho eseguito una colon TAC per divetticoli, dalla quale è emerso una prostata moderatamente ingrandita.

Se dovessi assumere dei farmaci, potrei avere l’impotenza come effetto collaterale?

Mi preoccupa.

Grazie,
Mario B.

RISPOSTA – LORENZO RUGGERA

Gentile Sig. Mario,

l’aumento volumetrico più o meno marcato della prostata è reperto comune a partire dai 50 anni, ma ingrossamento prostatico non equivale sempre a sintomatologia urinaria.
L’indicazione ad una terapia medica viene pertanto posta solo in caso di significativi disturbi minzionali.

Per tale motivo le consiglierei di eseguire una visita urologica portando in visione una uroflussometria ed un’ecografia addome con valutazione del residuo post-minzionale, cosicché si possano avere dati soggettivi ed oggettivi della sua dinamica minzionale.

Per quanto concerne i possibili effetti collaterali della terapia medica e, nel particolare il deficit erettile (impotenza), questo può presentarsi in caso di terapia con Finasteride o Dutasteride, ma non con farmaci della classe degli alfa-litici, i più diffusamente utilizzati, rappresentati ad esempio da Tamsulosina o Silodosina.

Cordiali saluti,
Dott. Lorenzo Ruggera

LO SPECIALISTA RISPONDE Le risposte alle domande dei pazienti – LEGGI TUTTO