fbpx

Patologie della prostata e prevenzione

//Patologie della prostata e prevenzione
Patologie della prostata e prevenzione 2018-07-16T10:18:09+02:00

Patologie della prostata e prevenzione

Patologie della prostata e prevenzione. Le principali patologie a carico della prostata sono l’Ipertrofia prostatica benigna, la prostatite e i tumori, in particolare gli adenocarcinomi. Inoltre, la prostata può essere interessata da cisti, calcolosi e parassitosi. Per prevenire o intervenire precocemente, è importante seguire uno stile di vita corretto e sottoporsi a regolari controlli, in particolare nelle fasce di età a rischio.

Con l’avanzare degli anni e l’azione degli ormoni, la prostata tende a ingrossarsi. Anche le patologie prostatiche sono più comuni in età matura, in particolare dopo i 50 anni. Le principali sono:

  • l’Ipertrofia prostatica benigna, un aumento di volume della prostata che può dare luogo a gravi disturbi (ma non diventa mai maligna);
  • il carcinoma della prostata, il tumore più frequente tra gli uomini dopo quello polmonare, che nella maggioranza dei casi si presenta come adenocarcinoma acinare;
  • la prostatite, infiammazione della ghiandola prostatica.

Fattori di rischio

Come si diceva, l’età è il principale fattore di rischio per le patologie prostatiche, ed è dunque importante sottoporsi a visite urologiche regolari, soprattutto dopo i 50 anni.
Per quanto riguarda il cancro alla prostata, oltre all’età un altro fattore da tenere in considerazione è la familiarità, poiché è stata dimostrata una maggiore incidenza tra gli uomini con un parente di primo grado affetto da questo tumore.

Sintomi e prevenzione

La prevenzione specifica per le patologie della prostata consiste soprattutto in una diagnosi precoce che permetta di intervenire tempestivamente. I sintomi che dovrebbero essere approfonditi per rivelare eventuali patologie a carico della prostata sono in particolare i disturbi legati alla minzione, la presenza di sangue o il cambiamento di colore nello sperma o nell’urina.
Se si è nell’età a rischio è bene inoltre sottoporsi a screening anche in assenza di sintomi.
Per la diagnosi, i medici ricorrono comunemente a:
– visita urologica periodica;
– esame del PSA (Prostatic Specific Antigen), un indicatore di funzionalità della prostata;
– ecografia;
– ecografia prostatica transrettale;
– esame dei marker tumorali.
Valgono inoltre tutte le raccomandazioni relative a un corretto stile di vita: non fumare, controllare l’alimentazione e praticare attività fisica regolare.

PROSTATA

LO SPECIALISTA RISPONDE

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

""
1
Nome
no-icon
Cognome
no-icon
Acconsento al trattamento dei datiHo letto l'informativa sulla privacy
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder